Seleziona una pagina

Indennità di maternità/paternità per lavoratrici e lavoratori autonomi

E’ riconosciuta un’indennità a lavoratrici e lavoratori autonomi da due mesi prima del parto e per i tre mesi successivi, anche in caso di adozione e affido

 

L’ INPS riconosce alle lavoratrici e ai lavoratori autonomi un’indennità economica a partire da due mesi prima del parto e per i tre mesi successivi.

L’indennità spetta alle artigiane, commercianti, coltivatrici dirette, colone, mezzadre, imprenditrici agricole professionali, nonché alle pescatrici autonome della piccola pesca marittima e delle acque interne iscritte alla gestione INPS di riferimento, in regola con il versamento dei contributi anche nei mesi compresi nel periodo di maternità.


Il contributo spetta anche in caso di adozione o affidamento di minore per i 5 mesi successivi all’effettivo ingresso in famiglia del minore adottato o in affido preadottivo nonché per il giorno dell’ingresso stesso.


L’indennità percepita è pari all’80% della retribuzione giornaliera stabilita annualmente dalla legge per il tipo di attività svolta.


In determinati casi viene riconosciuta l‘indennità di paternità.