Web Design

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Logo Design

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Web Development

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

White Labeling

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

VIEW ALL SERVICES 

Detrazione affitto a canone convenzionato

Detrazione forfetaria per soggetti titolari di determinati contratti di locazione

È prevista una detrazione stabilita in misura forfetaria per i soggetti titolari di contratti di locazione di unità immobiliari adibite ad abitazione principale.

L’importo della detrazione può arrivare ad un massimo di € 495,80 e varia a seconda del reddito, che deve essere comunque inferiore a € 30.987,41.

Scegli i tuoi argomenti
A chi è rivolto

La detrazione spetta a tutti i soggetti titolari di contratti di locazione di unità immobiliari adibite ad abitazione principale, cosiddetti  “a canone convenzionato o concordato”.

Più specificatamente, trattasi di quei contratti stipulati o rinnovati a norma dell’art. 2, comma 3, e dell’art. 4, commi 2 e 3, della legge n. 431 del 1998.

Requisiti per accedere

Per ottenere la detrazione è necessario possedere un reddito complessivo (comprensivo del reddito assoggettato al regime della cedolare secca) non superiore a euro 30.987,41.

Valore del contributo

La detrazione è pari a:

  • euro 495,80 se il reddito complessivo non supera euro 15.493,71;
  • euro 247,90 se il reddito complessivo supera euro 15.493,71, ma non euro 30.987,41.

La detrazione va suddivisa in base ai cointestatari del contratto di locazione.

Quando e come detrarre

Per ottenere una detrazione spettante è necessario presentare la dichiarazione dei redditi.

Per approfondimenti su modalità e tempistiche clicca qui.

Terminologia utile
Per saperne di più