Seleziona una pagina

Detrazione eliminazione barriere architettoniche

Detrazione fino al 50% per le spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia per eliminazione barriere architettoniche 

È prevista una detrazione Irpef per gli interventi di ristrutturazione edilizia pari al:

50%, da calcolare su un importo massimo di 96.000 euro, se la spesa è sostenuta nel periodo compreso tra il 26 giugno 2012 e il 31 dicembre 2021;

36%, da calcolare su un importo massimo di 48.000 euro, per le spese effettuate dal 1° gennaio 2022.

Rientrano nella categoria degli interventi agevolati: quelli effettuati per l’eliminazione delle barriere architettoniche (per esempio, ascensori e montacarichi), i lavori eseguiti per la realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, siano idonei a favorire la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave.

Scegli i tuoi argomenti
Requisiti per accedere

La detrazione è prevista solo per interventi sugli immobili effettuati per favorire la mobilità interna ed esterna del disabile e non è fruibile contemporaneamente alla detrazione del 19% prevista per le spese sanitarie riguardanti i mezzi necessari al sollevamento del disabile.

Valore del contributo

Per le spese effettuate dal 1° gennaio 2022 la detrazione è pari al 36%, da calcolare su un importo massimo di 48.000 euro.

Come detrarre

E’ necessario presentare ogni anno la dichiarazione dei redditi, tramite dichiarazione precompilata sul sito dell’Agenzia delle Entrate o rivolgendosi a un CAF (Centro di Assistenza Fiscale) o a un professionista abilitato a prestare assistenza, esibendo i documenti conservati relativi alle spese sostenute l’anno precedente.

Quando detrarre

E’ necessario presentare la dichiarazione dei redditi relativa all’anno di imposta 2021 entro il 30 settembre 2022.

Terminologia utile
Per saperne di più