Seleziona una pagina

Assegni per figli nipoti apprendisti

Assegno al nucleo familiare previsto per alcune categorie tra cui figli, nipoti, sorelle e fratelli

L’Assegno per il Nucleo Familiare è una prestazione economica erogata dall’INPS che spetta ad alcune categorie tra cui figli, fratelli, sorelle o nipoti apprendisti fino a 21 anni o universitari fino a 26 anni.


La domanda deve essere presentata per ogni anno a cui si ha diritto.

 

Scegli i tuoi argomenti
Cos'è

L’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) è una prestazione economica erogata dall’INPS ai nuclei familiari di alcune categorie di lavoratori, dei titolari delle pensioni e delle prestazioni economiche previdenziali da lavoro dipendente e dei lavoratori assistiti dall’assicurazione contro la tubercolosi.

 

 

A chi è rivolto

L’Assegno per il Nucleo Familiare erogato dall’INPS spetta a:


– lavoratori dipendenti del settore privato;
– lavoratori dipendenti agricoli;
– lavoratori domestici e somministrati;
– lavoratori iscritti alla Gestione Separata;
– lavoratori dipendenti di ditte cessate e fallite;
– titolari di pensione a carico del Fondo Pensioni Lavoratori     Dipendenti, dei fondi speciali ed ex ENPALS;
– titolari di prestazioni previdenziali;
– lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto.


Requisiti per accedere

Il reddito complessivo del nucleo familiare deve essere composto, per almeno il 70%, da reddito derivante da lavoro dipendente e assimilato.

Valore del contributo

L’importo dell’assegno è calcolato in base alla tipologia del nucleo familiare, del numero dei componenti e del reddito complessivo del nucleo.

Quando fare domanda

La domanda deve essere presentata per ogni anno a cui si ha diritto.

Non deve essere inoltrata domanda di variazione, né una nuova domanda ANF, in caso di rioccupazione presso diverso datore di lavoro, relativamente a un periodo oggetto di domanda in corso di validità.

Come fare domanda

A decorrere dal 1° aprile 2019, la domanda  dei dipendenti privati di aziende non agricole deve essere presentata direttamente all’INPS esclusivamente in modalità telematica.

Invece la domanda da parte dei lavoratori agricoli a tempo indeterminato (OTI) deve essere presentata al datore di lavoro con il modello ANF/DIP (SR16) cartaceo.

Terminologia utile
Per saperne di più