Seleziona una pagina

Detrazioni familiari a carico

 

Aspetti generali

Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia hanno un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Sono considerati fiscalmente a carico i figli di età non superiore a 24 anni che hanno un reddito complessivo uguale o inferiore a 4.000 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Per ogni familiare a carico spettano delle detrazioni di importo variabile in funzione del reddito complessivo posseduto nel periodo di imposta.

Al reddito complessivo va aggiunto anche il reddito dei fabbricati concessi in locazione e i redditi diversi derivanti dalla locazione breve di immobili assoggettati a cedolare secca.

Detrazione per coniuge a carico

Per il coniuge a carico è prevista una detrazione fino ad euro 800 decrescente all’aumentare del reddito, che si azzera se il reddito supera euro 80.000.

Detrazione per figli a carico

Per ciascun figlio a carico è prevista una detrazione teorica pari a:

– 950 euro per ciascun figlio di età superiore o uguale a tre anni;

– 1.220 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni.

La detrazione teorica è aumentata di un importo pari a:

– 400 euro per ciascun figlio con disabilità;

-200 euro per ciascun figlio a partire dal primo, per i contribuenti con più di tre figli a carico.

La detrazione teorica deve essere rapportata al numero di mesi a carico  ed alla percentuale di spettanza che può essere esclusivamente pari a 100, 50 o zero.

Si ricorda, come chiarito nelle istruzioni per la compilazione del prospetto dei familiari a carico, che la detrazione deve essere ripartita nella misura del 50% tra i coniugi. Tuttavia, i coniugi possono decidere di comune accordo di attribuire l’intera
detrazione al genitore con il reddito complessivo più alto.

Detrazione spettante nel caso di coniuge mancante

Se nel prospetto dei familiari a carico avete indicato per il primo figlio il valore “C” nel campo percentuale, in quanto il coniuge manca ovvero non ha riconosciuto i figli naturali ovvero il contribuente non è coniugato o, se coniugato, si è successivamente separato, per il primo figlio potete usufruire della detrazione prevista per il coniuge a carico se più favorevole.

Ulteriore detrazione per figli a carico

Per i contribuenti con un numero di figli superiore a tre, per i quali si applicano le detrazioni per figli a carico spetta un’ulteriore detrazione di euro 1.200.

Detrazione per altri familiari a carico

Per ogni altro familiare a carico è prevista una Detrazione teorica pari ad euro 750 da rapportare al numero di mesi a carico ed alla percentuale di spettanza; tale detrazione è solo teorica in quanto l’importo di quella effettivamente spettante è in funzione del Reddito per detrazioni del contribuente.

Per maggiori informazioni clicca e leggi a pagina 17 e pagina 103: Detrazione familiari a carico